Leslie Howard and William Gargan

Leslie Howard & William Gargan in The Animal Kingdom

The scanty biographies of William Gargan hardly mention his fraternal friendship with Leslie Howard.

Their friendship started during the long run of a very successful play, The Animal Kingdom. William Gargan played a very amusing role, “Red” Regan, the ex-boxer butler with a strong inclination to alcohol.  William Gargan talked of his first meeting with Leslie in an interview with Carl Bosworth, published on the July 1934 issue of Photoplay. Young William Gargan had borrowed three dollars from Leslie, who already was a Broadway star. In fact, Gargan had asked five, but Leslie generally went around with empty pockets, and three dollars were all he had been able to gather. Some years laters they had met again. Gargan wanted to give Leslie the three dollars back, and asked Leslie for the Red Regan role in the play Leslie was producing. Luckily, Leslie Howard’s reluctance was overwhelmed by Gargan’s enthusiasm. Howard and Gargan became closest friends, and their wives too. Gargan gave Leslie’s name to one of his children.

The interview is amusing and reveals various aspects of Leslie Howard’s personality: his calm and cool attitude, his strong resistance to every effort to hurry him, the cross and delight of Hollywood producers. And his love for jokes and pranks which seem apparently conflicting with his British poise. But not so much, after all.

——————————————

Nelle striminzite biografie di William Gargan non si parla mai della grande, fraterna amicizia che lo legò a Leslie Howard.

L’amicizia era nata durante le repliche trionfali, a Broadway, di The Animal Kingdom, nel quale Gargan interpretava la divertentissima parte di “Red” Regan, il maggiordomo ex pugile con una notevole propensione per l’alcool. In un’intervista di Carl Bosworth, pubblicata su Photoplay del luglio 1934 (che si può leggere qui):  William Gargan raccontava il suo primo incontro con Leslie, già divenuto una star di Broadway, che molto gentilmente gli aveva prestato tre dollari. Bill Gargan gliene aveva chiesti cinque, ma come d’abitudine Leslie aveva le tasche vuote , e tre dollari erano tutto quello che era riuscito a mettere insieme. Qualche anno dopo Bill si era ripresentato per restituirglieli, e per chiedergli la parte di “Red” Regan nella commedia di cui Leslie era anche produttore. Fu una fortuna che l’iniziale ritrosia di Leslie venisse travolta e sbaragliata dall’entusiasmo dell’esordiente irlandese, perché la coppia Howard-Gargan, oltre a funzionare a meraviglia in teatro e al cinema, divenne pressoché inseparabile, soprattutto quando le rispettive mogli si unirono al sodalizio. Gargan battezzò persino sua figlia col nome  di Leslie Howard, come fece anche un altro celebre amico che fu sempre grato a Leslie dell’aiuto ricevuto agli inizi della carriera, Humphrey Bogart.

L’intervista di Gargan è molto divertente, perché rivela vari aspetti della personalità di Leslie Howard: la sua abituale flemma, la sua resistenza ostinata a qualsiasi tentativo di mettergli fretta, quell’indolenza che raccontano tutte le sue biografie, croce e delizia di quanti dovevano lavorare con lui. E anche quel suo gusto per gli scherzi, per certe goliardate che apparentemente sembrano contrastare con la sua compostezza molto British. Ma mica poi tanto, a pensarci bene.

Leslie Howard & William Gargan

Leslie Howard and William Gargan

Advertisements